frutta-autunno-44

Frutta di stagione: i 10 prodotti fondamentali dell’autunno

Oggi desidero parlarvi di frutta di stagione ed in particolare quella dell’autunno. Se guardi bene ce ne sono di tutti i colori (simili, per esempio, a quelli delle foglie sugli alberi…) e per tutti i gusti. Alimentarsi con i doni che la Natura offre proprio nel momento della loro naturale maturazione consente di usufruire al massimo dei nutrienti contenuti in frutta e verdura. Ecco che mali di stagione, temperature estreme non avranno alcuna possibilità di intaccare il nostro benessere.

Vediamo quali sono le proprietà dei 10 prodotti da avere in dispensa proprio ora in autunno …

  1. La mela. Questo frutto è ricco di pectina, una sostanza utile a mantenere il livello glicemico (ossia degli zuccheri) equilibrato perché favorisce il transito del glucosio dall’intestino al sangue. Contiene anche la preziosa vitamina C, utile a fissare il ferro nel corpo ed anche a renderti forte verso virus influenzali. È una ricca fonte di azoto, utile in caso di stanchezza e fatica a concentrarsi, di fluoro, ottimo per la salute dentale, e di quercitina dall’azione antiossidante. Grazie al suo contenuto di beta-carotene e acidi benzoici, la mela diventa preziosa per la bellezza della tua pelle. La puoi utilizzare infatti per preparare dei validi impacchi.
  2. La pera. Ti sostiene con il suo contenuto di calcio, importante per la salute delle nostre ossa, e di boro, valido aiuto per rinforzare la nostra memoria e per riattivare tutte le funzioni del cervello. Non solo… Un’altra sostanza contenuta nelle pere è la pectina. Il suo comportamento nel tuo corpo è paragonabile a quello delle mucillagini ossia facilita l’attività del nostro intestino e l’espulsione della massa fecale.
  3. torta-con-farina-di-castagneLa castagna.  Impossibile da dimenticare perchè è quasi un simbolo dell’autunno. Le vitamine contenute nelle castagne sono tantissime: A, B1, B2, B3, B5, B6, B9, B12, C e D oltre ad importanti minerali quali potassio, fosforo, magnesio, calcio e zolfo. Lo sapevi che: sono indicate in caso di anemia; risultano utilissime nel darti supporto psicofisico essendo ipercaloriche e per la salute del feto in gravidanza grazie al ricco contenuto di acido folico.  La sua farina non contendo glutine può essere utilizzata in caso di intolleranze alle farine classiche. Ci puoi realizzare gnocchi, torte, biscotti e tanto altro.
  4. Il cachi. Il cachi è ottimo per combattere la stanchezza psicofisica, per chi pratica attività sportiva, ed è un valido aiuto per la stitichezza. Oltre alla vitamina C, contene una buona quantità di potassio, calcio e magnesio.
  5. L’uva. E’ un altro frutto simbolo della stagione autunnale. Valido aiuto per i disturbi intestinali, funge da diuretico facilitando l’eliminazione delle tossine. Grazie al suo alto contenuto di ferro, di vitamina C e rame, rinforza i vasi sanguigni ed è quindi adatto per gli anemici. Contiene una sostanza molto preziosa chiamata Resveratrolo (che si trova soprattutto nella buccia) avente un’azione antinfiammatoria, antiossidante, antibatterica, diuretica, antivirale, etc…
  6. fichi.  Hanno un’azione digestiva, proprietà lassative e antinfiammatorie. Sono ottimi per realizzare impacchi per uso esterno da applicare sulle parti infiammate (foruncoli, ascessi, rossori, etc…). Attenzione! Proprio perché lassativi, non esagerare nelle quantità… 😉
  7. Il melone bianco. Anche se di primo acchito può risultare strano, il melone bianco rientra nella lista di frutti autunnali. Composto in alta percentuale da acqua, non risulta essere molto calorico e svolge un azione diuretica, quindi può essere considerato come un alimento dietetico utile sostegno anche per gli sportivi. Contiene fibre, ferro e vitamine quali la A, la B e la C, valido aiuto in caso di problemi intestinali e di anemia.
  8. Il Kiwi. Un frutto dalle grandi proprietà ma da consumare con grande attenzione. Il kiwi infatti è di grande aiuto contro il colesterolo cattivo (LDL) e contiene un alto tasso di vitamina C, che lo rende un ottimo antiossidante e sostenitore delle difese immunitarie. Famoso per le sue proprietà lassative, meglio prediligere la polpa dato che i suoi semini neri risultano irritanti per il colon. Attenzione quindi al consumo eccessivo e alle possibili reazioni allergiche.
  9. melograno-frutta-di-stagione-autunnoIl melograno, altro protagonista del periodo autunnale. Composto da fibre, grassi, zuccheri e proteine, il melograno ci offre anche minerali quali fosforo, magnesio, ferro, sodio, zinco, manganese, rame e potassio ed è ricco di vitamina C e di tannini. I suoi benefici sono dati dalle sue proprietà astringenti, diuretiche (visto l’alta percentuale d’acqua che contiene), antiossidanti e antiallergiche. Vaso e gastro-protettore, questo frutto è strepitoso anche per la sua azione antitumorale. Per via del suo contenuto di acido ellagico ha il compito di diminuire il rischio di distruzione della proteina P53 che è un antitumorale.
  10. La frutta secca: noci, mandorle, nocciole e pinoli. Utili per chi svolge attività basate sul lavoro intellettuale e anche per chi pratica attività sportiva grazie al loro grande apporto energetico. Per questo stesso motivo è utile quindi esagerare con le quantità (sono molto caloriche); indicativamente la corretta dose giornaliera risulta di 4 (noci, nocciole, mandorle, etc….) meglio se consumata un’ora dopo i pasti. Valido aiuto nella dieta per mantenerci in forma grazie al contenuto di Omega 3, aiuta ad evitare il rischio di problemi cardiovascolari.

Le buonissime nocciole aiutano per esempio ad eliminare il colesterolo cattivo (LDL) perchè molto ricche di grassi monoinsaturi, tra cui acido oleico e linoleico. Contengono anche ferro, calcio, magnesio, potassio e fosforo, le vitamine del gruppo B (soprattutto la B6) e la vitamina E. Consumare nocciole è utile in caso di disturbi cardiovascolari e appunto per tenere a bada l’equilibrio di grassi nel sangue.

Le noci sono anch’esse molto ricche di acido oleico e linoleico (come le nocciole), di Omega 3, di proteine e di vitamine quali B1, B2, B6 ed E tutte aventi un’azione antiossidante, molto indicate per le patologie cardiovascolari. Puoi utilizzarle come anti-colesterolo e per mantenere l’equilibrio di zuccheri nel sangue.

Le mandorle sono una ricca fonte di minerali tra cui calcio, magnesio (valido supporto per il sistema nervoso), rame, zinco, ferro, fosforo e potassio. Anche queste hanno un alto contenuto di vitamina E e il gruppo B. L’olio di questo frutto grazie alla sua azione idratante viene utilizzato in cosmesi per rendere la pelle più morbida e vellutata.

I pinoli offrono valido supporto a chi pratica sport e per chi è spesso stanco, per  via del loro carico energetico notevole (attenzione a non esagerare perché sono ipercalorici!). Oltre a svolgere un’azione antiossidante, sono degli afrodisiaci.

frutta-secca

 

Un piccolo ma importante consiglio non solo per la frutta di stagione…

La frutta è sempre meglio consumarla lontano dai pasti. A differenza di tutti gli altri alimenti, la frutta viene infatti digerita nell’intestino. Cosa significa? Significa che se consumi frutta insieme ad altri alimenti si creerà nel tuo intestino fermentazione e gonfiore.

 

Ti consiglio di leggere:

Caduta dei capelli nel periodo delle castagne: che fare?

Le malattie da raffreddamento nella stagione autunnale

Raccontami la tua

Sarebbe bello conoscere la tua esperienza personale con i rimedi che ti ho consigliato. Se hai piacere di condividere, in fondo alla pagina trovi lo spazio per i tuoi commenti.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sulle nostre attività direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla newsletter di inCrescita! In fondo alla pagina, dopo i commenti, trovi il form per l’iscrizione insieme ad una sorpresa 😉

 

sara-trotta-naturopataSara Trotta

Naturopata, editor inCrescita

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *