erbacci-14-luglio-921496426

Viaggiare sostenibile, la nuova frontiera del turismo

Parola chiave: eco sostenibilità. Ma Viaggiare sostenibile si può?

Pur sembrando di non facile realizzazione, quel che importa è seguire poche semplici linee guida.

Partiamo da un concetto di base: il viaggio non è più passivo.

Diventa parte integrante e fondante anche il tragitto, da gustarsi in modo pieno, responsabile e lento.

La vacanza inizia dal percorso ed è da qui che dobbiamo renderlo sostenibile.

I mezzi di trasporto migliori e più green, oltre alle gambe, sono per esempio le due ruote. In sella ad una bicicletta è possibile percorrere anche molti chilometri, con tappe intermedie e soste strategiche. Oppure affittare la bici per gli spostamenti, una volta arrivati a destinazione.

Un abbigliamento adatto, pochi indumenti pratici e versatili..et voilà, la vacanza già inizia. E non è importante se non abbiamo una meta, sarà il vento a portarci dove vogliamo!

giovane coppia sul ponteE se preferiamo il mare, sarà un piacere farsi cullare dalle onde su una barca a vela! Niente motore, solo vento e virate!

Oppure ancora preferiamo una meta definita e non itinerante? Sostenibilità è anche casa, laddove l’energia viene raccolta e immagazzinata grazie a sistemi innovativi come pannelli solari e pale eoliche che non intaccano le risorse e riducono notevolmente le emissioni di CO2.

Molte strutture turistiche oggi sono costruite sulla base di criteri di sostenibilità e sono quindi in grado di garantire un soggiorno eco compatibile.

Non è ancora così facile individuarle, ma per fortuna è cresciuto l’interesse al rispetto dell’ambiente e alla riduzione dei consumi. Questo ha incrementato le proposte di turismo sostenibile, la richiesta di cibo biologico, spostamenti non inquinanti e una riscoperta di luoghi nostrani, a contatto con la natura e secondo ritmi più lenti. Un fenomeno che è stato definito “Slow Tourism”.

Esistono anche dei portali che permettono di avvicinare il mondo della domanda a quello dell’offerta e di trovare proposte di vacanze green attraverso un lavoro di network e collaborazione tra le strutture. Lo spirito infatti è proprio contraddistinto dalla collaborazione e dalla condivisione di forze, di spazi e di mezzi.

La tecnologia torna ancora una volta in nostro aiuto. Attraverso innovative applicazioni sullo smartphone è possibile per esempio individuare i punti di ricarica su tutto il territorio italiano per chi ha un’auto elettrica e le piazze dove parcheggiare e prelevare biciclette del bike sharing.

La rivoluzione possiamo dire che è una involuzione? Una decrescita? Tant’è, ma comunque adottando lo stile di vita dei nostri nonni forse possiamo cercare di rispondere alla domanda di diminuire consumi energetici e petroliferi che inquinano il nostro mondo in maniera irreversibile.

viaggiare-responsabile

Ti consiglio di leggere:

Stress da rientro? Ecco i 5 rimedi naturali da provare

Vacanze? I rimedi naturali indimenticabili

Raccontami la tua

Sono molto curiosa di conoscere il risultato delle tue esperienze con le candele fai da te. Hai trovato facile realizzare la tua? Hai qualche consiglio da condividere?  In fondo alla pagina trovi lo spazio per i tuoi commenti :-)

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sulle nostre attività direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla newsletter di inCrescita!

In fondo alla pagina trovi il form per l’iscrizione insieme ad una sorpresa 😉

 

giulia_di_michele_editor_increscitaGiulia Di Michele

Editor inCrescita

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *