acqua-diamante-e-pmt

Acqua Diamante e PMT: come nascono e perchè

«Era il febbraio 2003 quando “casualmente” venni a sapere che una cara amica, Lidia, era in possesso di una certa “Acqua Diamante”. Senza saperne nulla, un impulso interiore mi spinse a comporre il suo numero: qualche giorno dopo Lidia si presentò a casa mia. con una bottiglietta del prezioso liquido… »

Inizia così, apparentemente per “caso”, il percorso di Danilo Perolio Diinabandhu con l’Acqua Diamante. Un incontro che si rivelerà fondamentale, e di cui questo splendido libro (corredato da un video di un’ora) costituisce il frutto.

Prima, ed unica, opera stampata in Italia e forse nel mondo su questo “dono celeste”, pubblicata con l’autorizzazione e la gentile concessione dello scopritore francese Joel Ducatillon. Sei intensi anni che hanno cambiato la vita dell’autore, un percorso condiviso con migliaia di persone in tutto il mondo: il gruppo di discussione Yahoo “DNA850”, dedicato sul web all’argomento, è ormai un supporto di estrema importanza e di sicura convalida dell’efficacia dell’Acqua Diamante e della PMT, e gli iscritti più attivi ne rappresentano una testimonianza vivente, sicura ed affidabile.

«… Joёl comprese il significato dei (3) sogni attraverso cui acquisì gradualmente importanti nozioni nel corso della ricerca quando ancora non sapeva quale era l’oggetto da realizzare e quale esatta finalità aveva la sua ricerca stessa.

Egli riuscì a collegare intuitivamente il suo compito con una ricerca risalente ai tempi di Atlantide.

Un po’ più tardi seppe che questo progetto è coordinato da Lord Maitreya [3] il quale guida un gruppo di esseri presenti in un “vascello-madre” stazionante fuori della Terra, in collaborazione con un gruppo di intraterrestri che operano da Eldorado [4], sotto il lago Titicaca, e del quale fanno parte La Mère e Sri Aurobindo [5], due Esseri molto evoluti che calcarono il suolo di Madre Terra agli inizi del secolo scorso. Ancora oggi essi sono considerati pionieri d’insegnamenti riguardanti il sovra-mentale, la sovra-coscienza, e la nuova razza che popolerà il pianeta terra, per quanto i loro insegnamenti siano stati poco compresi ed applicati; se ciò fosse avvenuto, l’umanità oggi non avrebbe bisogno dell’Acqua Diamante e della PMT perché avrebbe già trasmutato abbastanza memorie cellulari da poter avere accesso al Mondo Nuovo.

Questa ricerca è “caduta addosso” a Joël Ducatillon. Essa concretizza tutto quello che La Mére e Sri Aurobindo avevano capito un bel po’ di tempo fa. Il significato autentico del progetto è quello di poter costruire il nuovo DNA della sesta razza, che sarà il popolo della nuova Terra, e di realizzare l’incarnazione effettiva di queste parole

«Venga il Tuo Regno sulla Terra come già è nei Cieli»

In quei tempi Joël non aveva ancora del tutto chiaro quale era esattamente la finalità della sua ricerca. Egli aveva ben intuito che si trattava di qualcosa che avrebbe aiutato l’evoluzione dell’umanità durante il passaggio epocale che si sta compiendo proprio ai nostri giorni ed al quale dedico il prossimo paragrafo. Immagino e voglio sperare che ormai molte persone siano consapevoli del fatto che l’umanità si trova nel bel mezzo della “Rivelazione”, dell’Apocalisse.

La cornice nella quale collocare il quadro rappresentato dal progetto Steel Storm Staelhe, avviato con l’Acqua Diamante e proseguito con la PMT, è proprio questa, perché si tratta di un Piano Celeste di soccorso all’umanità per “dare gas” al motore e facilitare i cambiamenti interiori ed anche fisici che è indispensabile realizzare per transitare nel Mondo Nuovo. …»

Tratto dal libro “Acqua Diamante e PMT “ di Danilo Diinabandhu Perolio

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *