love-yourself-san-valentino-620x400

San Valentino, il giorno dell’Amore… quale Amore?

San Valentino il giorno dove cuori e rose rosse ovunque ci ricordano dell’Amore

Il giorno ideale per qualche riflessione…
Fino a qualche anno fa questa giornata era per me, come per tanti, il giorno romantico degli innamorati, il giorno in cui pronunciare le parole “ti amo” dedicate alla persona “speciale” accanto a me. Un giorno di regali simbolo di un sentimento.
Circa dieci anni fa, in questo stesso giorno, mi sono ritrovata in India in un ashram dove Valentine’s Day rappresentava un ulteriore occasione per celebrare l’Amore e la devozione per il Maestro. Tutte le persone presenti si scambiavano auguri in una grande celebrazione dell’Amore nella sua forma più ampia ed elevata ed è stata come una folgorazione.
Da allora, con grande Gioia, questo è il giorno in cui rivolgo il mio augurio, il mio “ti voglio bene”, a tutti indistintamente, esseri viventi e non, vicini o lontani, conosciuti o sconosciuti e molte domande hanno iniziato a palesarsi…

Cos’è l’Amore e dove nasce? Possiamo donare qualcosa che non conosciamo o non possediamo?

Come possiamo infatti Amare un altro essere vivente, a qualunque specie appartenga, o un progetto, una causa, un elemento della Creazione se prima non conosciamo l’Amore per noi stessi?
Nella mia esperienza di vita tante volte avevo creduto di amare arrivando al punto di annullare me stessa, mettere da parte i miei valori o semplicemente le mie necessità fino al punto di stare male per “donare” all’altro, essere presente o portare a termine un lavoro per il bene di qualcuno o qualcosa esterno a me.
Volgendo uno sguardo attento e Presente, ho riconosciuto in queste situazioni molti bisogni: il bisogno di essere vista per affermare il mio diritto di esistere, il bisogno di essere riconosciuta per sentirmi meritevole e utile, il bisogno di appoggiarsi alla presenza di un uomo o di un amica per sentirmi abbastanza forte e/o capace, il bisogno di riempire un vuoto per non sentirmi sola. Questo elenco potrebbe andare avanti ancora per molte righe perchè il mio Ego e la mia bambina interiore ferita tanto hanno fatto.

“Niente viene per nuocere”…

Ogni esperienza della Vita arriva per il Meglio di ognuno e oltre.
Oggi, grazie a ciò che le mie sovrastrutture mi hanno mostrato, posso affermare che Amare sé stessi è il fondamento.
Non mi riferisco ad un atteggiamento narcisistico che tende a esaurire la personalità nella esclusiva considerazione ed esaltazione di sé stesso ma ad un moto profondo del Cuore, una forza che ti fa vedere e riconoscere chi sei veramente, i Valori che ti muovono nella Vita, le tue necessità del corpo come dell’Anima, i tuoi Talenti o Doni Unici e che ti porta al Rispetto e alla Gratitudine profonda.
E’ proprio nel momento in cui ami te stesso incondizionatamente, e solo allora, che inizi ad Essere in piena Libertà e in ogni istante. Inizi anche a vedere chi e cosa ti circonda sotto una Luce nuova e a fare Namastè alla Vita in generale. Da quel momento permetti agli altri di fare lo stesso onorandoli per il Dono d’Amore che ognuno porta a te.
Oscar Wilde ha detto
“Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga una vita”
ed in fondo aveva ragione perchè l’unico a cui potrai dire in Verità “ti amerò per sempre!” sei tu…;-)
Buon San Valentino…
con Amore e Gratitudine

alessandra-barison-tondoAlessandra Barison

Fondatrice di inCrescita

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *